SONG OF THE FIRE

by. Donatella Vittoria Olga Bisutti

The planet is alive in the fire

a thin clay mask

protects the self from what

radically is different

there is no relief

from the violence

boiling and devouring us inside

there is no refreshing shelter

from the dawn

quivering red on the horizon of the seas

sweltering wind

the god is ever-changing like fire

in that hour that is neither

day nor night

our inner fire is burning us up

but from the blackness of a space already scorching hot

sprouts a pale very early leaf



CANTO DEL FUOCO

Il pianeta è vivo nel fuoco

una sottile maschera d’argilla

protegge il sé da quanto

radicalmente è altro

non c’è sollievo

alla violenza

che ribolle  e ci divora dentro

non c’è riparo di frescura

all’aurora

che rossa trema all’orizzonte degli oceani

vento ardente

il dio muta come il fuoco

in quell’ora che non è

giorno né notte

il nostro fuoco interno ci consuma

ma dal nero di uno spazio già rovente

pallida spunta una primissima foglia