Fiat lux

by. Donatella Vittoria Olga Bisutti

When the clouds make temples rise on the ocean

and the drowned heart beats

a young sun

walks on the water.

The sea splits open to the light

like the white belly of a speared fish

on the black basalt of the shore.

In the light everything melts

altogether becomes clear and indistinct

the world is ocean

empty livable space

Every dawn puts itself back together from nothingness

through the playing of light.

The big rocks full of water are dark pools

in which to submerge bodies

braving the burning heat

and ever moving forward through the light

and the infinity of death

the corroded bones

shattered on the rocks

slowly sink to the bottom

but ever projected forward

ever resisting

never wholly defeated.

When the clouds make temples rise on the ocean

a young sun

walks on the water.



Fiat lux

Quando le nuvole innalzano templi sull’oceano

e il cuore batte annegato

un giovane sole

cammina sull’acqua.

  Il mare si fende alla luce

  come il ventre bianco di un pesce

  arpionato

  sul nero basalto della riva

  In essa tutto si scioglie

  si fa insieme chiaro e indistinto

  il mondo è oceano

  spazio vuoto e abitabile

Ogni alba si ricompone dal nulla

per un gioco di luci.

Le rocce colme d’acqua sono bacili oscuri

in cui immergere i corpi

che sfidando l’arsura

avanzano attraverso la luce

e l’infinità della morte

le ossa corrose

disintegrate sulle rocce

scendono lentamente sul fondo

ma sempre proiettati in avanti

sempre resistendo

mai interamente sconfitti.

  Quando le nuvole innalzano templi sull’oceano

  un giovane sole

  cammina sull’acqua.